La celiachia, nota anche come intolleranza al glutine, è una delle malattie genetiche a maggior rilevanza epidemiologica ed impatto sociale: in Italia si calcola che 1 persona su 180 ne soffre.

Questa malattia dell’apparato digerente danneggia l’intestino tenue e interferisce con l’assorbimento dei nutrienti presenti negli alimenti. I soggetti celiaci presentano intolleranza al glutine, alla gliadina o ad entrambe, proteine contenute specialmente negli alimenti come orzo, grano e segale, ma anche nei prodotti di uso commerciale, come cosmetici e farmaci. L’eterogeneità di espressione della celiachia rende difficile una corretta diagnosi e sottostima le forme silenti che, se non trattate mediante la rimozione del glutine dalla dieta, possono dare origine a varie complicazioni tra le quali un aumento del rischio di carcinoma gastrointestinale e di osteoporosi.

Molti adulti, inoltre, hanno intolleranze parziali al glutine.


Celiachia