Presso lo Studio del Dottor Bacchiocchi Danilo srl la Dott.ssa Silvia Panichelli si occupa di fisioterapia pediatrica.

L’importanza della deglutizione

Trattamento miofunzionale e osteopatico

La deglutizione è un atto fisiologico d’importanza vitale per l’organismo umano: è attiva già durante il quarto mese di vita endouterina. La lingua, protagonista principale della deglutizione, esercita funzione formativa sulle strutture ossee che la contengono ed è fondamentale per i corretti movimenti cranici, per la respirazione corretta, per l’allineamento dei denti. Si deglutisce 1200/1400 volte al giorno (circa una volta al minuto) e ad ogni atto deglutitorio la spinta della lingua è di circa 1 chilogrammo. In condizioni fisiologiche la lingua è adagiata sul palato quando è in stato di riposo e durante l’atto deglutitorio la sua estremità anteriore si appoggia su una piccola area ben determinata del palato, compresa tra la base degli incisivi centrali superiori e la prima ruga palatina, che viene chiamata “spot”. In questa precisa area c’è la presenza di ben cinque tipi di esterocettori, cioè dei recettori usati dall’organismo per informare il sistema nervoso centrale sulle tensioni muscolari e quindi sui cambiamenti posturali, in grandissima quantità nel centimetro quadrato compreso proprio tra la papilla interincisiva e le rughe palatine, vale a dire proprio sullo spot linguale. Questi dati ci aiutano a spiegare perché sia così frequente riscontrare alterazioni di tipo posturale nella disfunzione linguale.


Fisioterapia pediatrica Studio Bacchiocchi

Paziente con disfunzione linguale

Fisioterapia pediatrica Studio Bacchiocchi

Dopo terapia miofunzionale e trattamento ostopatico

Inoltre sono importanti gli effetti della disfunzione o della parafunzione linguale sul contenitore della lingua stessa, e cioè le ossa mascellari e le loro arcate dentarie. Una lingua con postura bassa, infatti, è responsabile anche del deficit di formazione della volta palatale – che varia, comunque, da caso a caso con differenze notevoli – e della conseguente contrazione dell’arcata dentaria superiore.


Fisioterapia pediatrica Studio Bacchiocchi


Tale situazione, se correttamente diagnosticata in fase di crescita, è facilmente e completamente risolvibile con le comuni tecniche ortodontiche che risultano più agevoli (e meno esposte a recidive) se supportate dalla terapia miofunzionale che è una particolare forma di fisioterapia indirizzata alla rieducazione della deglutizione scorretta ed al riequilibrio della muscolatura oro-facciale spesso associato. La rieducazione si fonda su esercizi di rieducazione muscolare, di insegnamento della deglutizione corretta, di condizionamento del subconscio.
In tutto questo quadro s’inserisce il trattamento osteopatico che rappresenta uno strumento fondamentale per ristabilire la giusta funzione, trattando le tensioni craniche attraverso un lavoro globale, craniale ed intrabuccale.
In osteopatia, infatti, lo scopo è quello di ristabilire il più precocemente possibile una libera motilità fisiologica della ossa del cranio e di tutti i fluidi. Nei bambini questo risulta ancora più importante in quanto questo intervento globale può evitare l’instaurarsi di terreni che predispongono ad uno scorretto sviluppo della struttura ossea.

La diagnosi di deglutizione scorretta deve essere preceduta da un’attenta raccolta di dati anamnestici (presenti spesso il mancato allattamento al seno, l’utilizzo del ciuccio o il succhiamento del pollice, traumi da parto, problematiche adenoideo-catarrali, otiti ricorrenti, difficoltà digestive, problemi posturali