80H2dg

Lo stress ossidativo viene oggi riconosciuto come uno dei fattori di sviluppo di numerose patologie e dell’invecchiamento.
L’80H2dg è uno dei markers più sensibili al danno ossidativo e può essere dosato sia nel siero che nelle urine.

Tre dei campi in cui questo è maggiormente utilizzato sono:

  • malattie degenerative;
  • sportivo;
  • medicina estetica.

DPPH

Si può valutare lo stress ossidativo attraverso la saliva: il DPPH rappresenta una particolare sostanza chimica molto reattiva che, se messa a contatto con la saliva, viene neutralizzata dagli anti ossidanti contenuti. La quantità di sostanza rimanente è quindi l’indicatore della capacità anti-ossidante: minore DPPH si trova nella saliva, maggiore sarà la capacità anti-ossidante e viceversa.